Parrozzo

Dopo un periodo di assenza abbastanza lungo (4 mesi) causa lavoro, di cui mi vergogno immensamente, torno con una ricettina tipica del periodo invernale e tipica d’Abruzzo: il Parrozzo. Questa ricetta è molto particolare perché (al contrario delle molte ricette che ci sono in giro) non contiene burro/olio, grassi similari e neppure lievito. Credo che questa sia una delle ricette originali proprio perché contiene ingredienti semplici e “poveri”. Provate e non dimenticate di lasciarmi un commento!

PREPARAZIONE: 1 ora 10 minuti
COTTURA: 1 ora 20 minuti
DIFFICOLTA’: Media

Ingredienti:

150 gr di Semola di Grano Duro
200 gr di Zucchero Bianco
200 gr di Mandorle
1 Limone (succo e scorza)
200 gr di Cioccolato Fondente
6 Uova Medie
1 fiala di Aroma Mandorla Amara

Ricetta:

1) Iniziamo tritando le mandorle in un frullatore. Non vogliamo tritarle troppo grossolanamente e ne troppo finemente. Versiamo nel boccale del mixer (o in una ciotola se procederemo a mano) e misceliamo insieme i tuorli, lo zucchero, il succo del limone e la scorza che avremo precedentemente grattato via.

2) Procediamo ad unire le mandorle tritate, la semola e la fiala di aroma e misceliamo fino ad ottenere un impasto liscio dalla consistenza granulosa.

3) Montiamo a neve gli albumi che abbiamo messo da parte e uniamoli a al resto dell’impasto con una spatola. Praticheremo dei movimenti rotatori e dall’basso verso l’alto per evitare che gli albumi si smontino. Questo passaggio è fondamentale affinché il dolce lieviti leggermente in cottura. Mettiamo tutto nell’apposita teglia da zuccotto che avremo prima ricoperto con carta da forno (oppure che avremo ben oliato e infarinato ma vi suggerisco di foderare la teglia con la carta) e mettiamo in forno statico per 1 ora a 150 °C che successivamente porteremo a 160 °C per 10-15 minuti, cioè fino a quando il parrozzo sarà ben dorato in superficie.

4) Aspettiamo che il parrozzo sia ben freddo prima di sformarlo, dopo potremo procedere a ricoprirlo con il cioccolato fondente che avremo sciolto a bagno maria o con qualche secondo di microonde. Possiamo utilizzare una spatola o un pennello da cucina ma raccomando di fare attenzione nel ricoprire il dolce. Possiamo adagiarlo su un foglio di carta forno per evitare di sporcare e poi trasferirlo su un piatto da portata. Facciamo raffreddare anche la copertura e il nostro dolce sarà pronto da gustare!

Consiglio: Se la copertura fatica ad indurirsi basta mettere il dolce in frigo per qualche minuto. Questo non lo danneggerà e risparmierete anche un pò di tempo.

Posted in Novità, Ricette and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.